Amicidelleforeste.ch



Chi aderisce ad «amicidelleforeste.ch» protegge le foreste in tutto il mondo

«Pensare globalmente, agire localmente»: questa soluzione continua a essere valida. Poiché quanto consumiamo in Svizzera influenza il tessuto ecologico e sociale altrove. Per questo motivo gli acquisti sostenibili assumono un’importanza sempre maggiore presso Confederazione, Cantoni, Città e Comuni, ma anche in parrocchie, scuole e aziende.

Legno e carta costituiscono un settore rilevante degli acquisti ecologici: che sia per sedie o serramenti, per la fotocopiatrice o per la toilette, dappertutto si usano legno e carta. Certo, buona parte del legno e della cellulosa provengono dall’Europa. Ma le foreste vergini continuano a essere abbattute per alimentare l’industria del mobile, dell’edilizia e della carta. Il discorso non riguarda solo le foreste pluviali tropicali, ma anche per esempio le foreste ancora intatte dell’emisfero settentrionale, come le foreste boreali in Siberia, Finlandia e Canada.

Un patrimonio di biodiversità

In tutto il mondo le foreste vergini sono in grave pericolo. Ogni giorno 45’000 ettari di foresta vergine vengono distrutti: ogni due secondi sparisce una superficie pari a quella di un campo di calcio. Le foreste intatte ospitano una biodiversità unica, migliaia di specie vegetali e animali che perlopiù non sono ancora state studiate e nelle quali tra l’altro si cela un grande potenziale per medicamenti naturali. Le foreste vergini sono anche base di vita per oltre 100 milioni di esseri umani che vivono in esse e con esse.

Fino ad oggi oltre 70 comuni svizzeri si sono dichiarati Comuni amici delle foreste nel quadro dell’azione ‘amicidelleforeste.ch’. Così facendo si impegnano volontariamente a favore del consumo sostenibile di carta e legno.